Salone Internazionale del Libro di TorinoSalva

Le sale e il Salone By Night: pienone per Benji & Fede, Zalone, Saviano, Ligabue, Cingolani, Cristoforetti. Ma anche per il filosofo Michel Serres…


Sono stati una trentina i sold-out nelle sale dove si sono svolti gli incontri. I visitatori che hanno partecipato ai convegni e dibattiti nelle oltre 30 sale convegni si aggirano intorno agli 80.000.

In Sala Gialla , che conta 600 posti, già a partire da giovedì grande affluenza di pubblico per gli incontri con il presidente emerito della Repubblica, Giorgio Napolitano e sold-out, per la Ted Conference organizzata da Arnaldo Colasanti e cui hanno preso parte fra gli altri il ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini, il saggista Luciano Canfora e il presidente di Treccani, Massimo Bray.

Sempre giovedì i tre eventi della sera hanno riscosso molto successo: bagno di folla per Benji & Fede alle 18.30 in Arena Bookstock che conta una capienza massima di 350 persone e per tutta la giornata ha registrato il pienone, e un’ora dopo per gli youtuber Alberico De Giglio e Antony Di Francesco. Nessun posto libero, anche in Sala Rossa, per l’evento che ha chiuso il primo giorno di Salone: il tributo a Gianmaria Testa , cantautore piemontese scomparso a marzo.

Venerdì l’affluenza di pubblico è stata eccezionale e lunghe file si sono formate, già dall’orario di apertura, per il comico Luca Medici, in arte Checco Zalone, intervenuto in Sala Gialla. In Arena Bookstock seggiolini esauriti per gli incontri Dall’Isis a Boko Haram: il terrorismo raccontato ai ragazzi, per In volo attraverso il cosmo con il fisico Christophe Galfard e per quello con il regista Ivan Cotroneo. Ottima la risposta di spettatori, che hanno occupato tutti i 350 posti della Sala Rossa, anche per la presentazione del libro Storia della mafia di Isaia Sales , cui hanno preso parte il ministro della Giustizia Andrea Orlando e l’ex procuratore di Torino Gian Carlo Caselli.

Tra sabato e domenica, altri sold-out . Per la presentazione del libro di Luciano Ligabue, in Auditorium, la coda si era già formata dalla mattina: nonostante la grande capienza della sala (1.340 posti), molti fan non sono riusciti a entrare. Lunghe code e tante persone rimase fuori anche per Roberto Saviano che in Sala Gialla ha presentato Gomorra. 10 anni dopo, insieme con l’attore dell’omonima serie tv, Marco D’Amore. Pienone anche all’incontro con lo chef-star napoletano Antonio Cannavacciuolo e, sempre in Sala Gialla, per il direttore del Fatto Quotidiano Marco Travaglio che ha dialogato con la conduttrice delle trasmissione Otto e mezzo Lilli Gruber. Tutto esaurito anche per Zerocalcare che ha presentato Kobane Calling, per Marco Malvaldi, per Leo Ortolani, per Gek Tessaro e per Cristiano De Andrè.

Altro sold-out in Auditorium per l’incontro con Alberto Angela, mentre la Sala Azzurra (350 posti), durante tutta la giornata di sabato è stata presa d'assalto per gli incontri con lo scrittore Massimo Recalcati, con il direttore della Stampa Maurizio Molinari, e successivamente per Shirin Ebadi, Premio Nobel per la pace nel 2003.

Anche domenica la risposta del pubblico è stata ottima per tutta la giornata. Tutto esaurito per la presentazione del nuovo libro di Francesco De Gregori, in Sala Gialla, che si è riempita anche per Corrado Augias e per ascoltare il professore-cantautore Roberto Vecchioni. Capienza massima raggiunta anche in Arena Bookstock per l’astronauta Samanta Cristoforetti , per l’incontro Ciaone Topolino e in Sala 500 per il ricordo di Natalia Ginzburg proposto da Nanni Moretti e Margherita Buy. Lunedì tutte esaurito per gli eventi che hanno visto protagonisti, fra gli altri, Fabio Geda, Michela Marzano e Riccardo Staglianò.

Novità di quest'anno è stata la programmazione del Salone By Night , con l'attivazione di un biglietto pre serale che dopo le 18 consentiva l'ingresso a prezzo scontato. Tra i tanti eventi, grande interesse in Sala Azzurra sabato 14, alle 21, per la performance di David Riondino, venerdì 13 alle 18 all’Independent’s Corner per il cantautore Francesco Gabbani.